Firenze Parcheggi S.p.A.
Pubblica amministrazione

GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI VIGILANZA ARMATA DEGLI AMBIENTI DELLA FIRENZE PARCHEGGI S.P.A. PER LA DURATA DI 18 MESI A DECORRERE DALLA SOTTOSCRIZIONE DEL CONTRATTO CON POSSIBILITA’ DI RINNOVO ALLE MEDESIME CONDIZIONI – CIG 7783790AB3

Oggetto: GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI VIGILANZA ARMATA DEGLI AMBIENTI DELLA FIRENZE PARCHEGGI S.P.A. PER LA DURATA DI 18 MESI A DECORRERE DALLA SOTTOSCRIZIONE DEL CONTRATTO CON POSSIBILITA’ DI RINNOVO ALLE MEDESIME CONDIZIONI – CIG 7783790AB3
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 2.436.821,20
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 2.433.821,20
Oneri Sicurezza da interferenze (Iva esclusa): € 3.000,00
CIG: 7783790AB3
Stato: Aggiudicata
Centro di costo: Servizio Operativo
Aggiudicatario : RANGERS SRL
Data aggiudicazione: 09 maggio 2019 0:00:00
Importo aggiudicazione: € 1.855.326,24
Data pubblicazione: 31 gennaio 2019 17:00:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 15 marzo 2019 10:00:00
Data scadenza: 25 marzo 2019 10:00:00
Comunicazione:

Ai sensi dell’art. 76, comma 6 del Codice, i concorrenti sono tenuti ad indicare, in sede di offerta, l’indirizzo PEC o, solo per i concorrenti aventi sede in altri Stati membri, l’indirizzo di posta elettronica, da utilizzare ai fini delle comunicazioni di cui all’art. 76, comma 5, del Codice.

Salvo quanto disposto nel paragrafo 2.2 del presente disciplinare, tutte le comunicazioni tra stazione appaltante e operatori economici si intendono validamente ed efficacemente effettuate qualora rese all’indirizzo PEC gare.firenzeparcheggispa@legalmail.it e all’indirizzo indicato dai concorrenti nella documentazione di gara.

Eventuali modifiche dell’indirizzo PEC/posta elettronica o problemi temporanei nell’utilizzo di tali forme di comunicazione, dovranno essere tempestivamente segnalate alla stazione appaltante; diversamente la medesima declina ogni responsabilità per il tardivo o mancato recapito delle comunicazioni.

In caso di raggruppamenti temporanei, GEIE, aggregazioni di imprese di rete o consorzi ordinari, anche se non ancora costituiti formalmente, la comunicazione recapitata al mandatario si intende validamente resa a tutti gli operatori economici raggruppati, aggregati o consorziati.

In caso di consorzi di cui all’art. 45, comma 2, lett. b e c del Codice, la comunicazione recapitata al consorzio si intende validamente resa a tutte le consorziate.

In caso di avvalimento, la comunicazione recapitata all’offerente si intende validamente resa a tutti gli operatori economici ausiliari.

In caso di subappalto, la comunicazione recapitata all’offerente si intende validamente resa a tutti i subappaltatori indicati.

Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
  • All. 4) DGUE
  • All. 3) Domanda di partecipazione
  • All. 5) Dichiarazioni integrative DGUE
  • Documento di Identità
  • Contributo ANAC
  • Cauzione - Fidejussione
  • Iscrizione nel registro tenuto dalla Camera di Commercio Industria, Artigianato, Agricoltura
  • b) Licenza prefettizia ex art. 134 Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (d’ora innanzi, per brevità “TULPS”)
  • c) Fatturato specifico medio annuo nel settore di attività oggetto dell’appalto riferito a ciascuno degli ultimi tre esercizi finanziari disponibili non inferiore ad 1/3 dell’importo a base di gara
  • d) Il concorrente deve aver eseguito nell’ultimo triennio: - un servizio analogo di vigilanza (con unico contratto) d’importo minimo complessivo non inferiore al 30%
  • e) Possesso di una valutazione di conformità del proprio sistema di gestione della qualità alla norma UNI EN ISO 9001:2015 nel settore “IAF 35”
  • All. 3) Domanda di partecipazione.docx
  • DGUEe
  • Passoe
Per richiedere informazioni: vedi Disciplinare di Gara

Ai sensi dell’art. 76, comma 6 del Codice, i concorrenti sono tenuti ad indicare, in sede di offerta, l’indirizzo PEC o, solo per i concorrenti aventi sede in altri Stati membri, l’indirizzo di posta elettronica, da utilizzare ai fini delle comunicazioni di cui all’art. 76, comma 5, del Codice.

Salvo quanto disposto nel paragrafo 2.2 del presente disciplinare, tutte le comunicazioni tra stazione appaltante e operatori economici si intendono validamente ed efficacemente effettuate qualora rese all’indirizzo PEC gare.firenzeparcheggispa@legalmail.it e all’indirizzo indicato dai concorrenti nella documentazione di gara.

Eventuali modifiche dell’indirizzo PEC/posta elettronica o problemi temporanei nell’utilizzo di tali forme di comunicazione, dovranno essere tempestivamente segnalate alla stazione appaltante; diversamente la medesima declina ogni responsabilità per il tardivo o mancato recapito delle comunicazioni.

In caso di raggruppamenti temporanei, GEIE, aggregazioni di imprese di rete o consorzi ordinari, anche se non ancora costituiti formalmente, la comunicazione recapitata al mandatario si intende validamente resa a tutti gli operatori economici raggruppati, aggregati o consorziati.

In caso di consorzi di cui all’art. 45, comma 2, lett. b e c del Codice, la comunicazione recapitata al consorzio si intende validamente resa a tutte le consorziate.

In caso di avvalimento, la comunicazione recapitata all’offerente si intende validamente resa a tutti gli operatori economici ausiliari.

In caso di subappalto, la comunicazione recapitata all’offerente si intende validamente resa a tutti i subappaltatori indicati.

Risposte alle domande più frequenti (FAQs)

FAQ n. 1

Domanda:

1)

L’art. 18.1 (CRITERI DI VALUTAZIONE DELL’OFFERTA TECNICA) del Disciplinare di Gara riporta la tabella con la ripartizione dei punteggi.

Riguardo tale tabella si chiede:

dato che la locazione fisica della Centrale Operativa 50518:2014 è, di fatto, ininfluente sulla qualità dei servizi da fornire, si chiede se i punteggi di cui al punto 2 della Tabella siano corretti. Esempio, la Scrivente dispone di una Centrale Operativa in provincia di xxxxxx (omissis… fuori regione Toscana) ed una in provincia di xxxxxx (omissis… fuori regione Toscana), certificate 50518:2014 che consentono l’erogazione dei servizi di vigilanza su tutto il territorio nazionale. Con questa impostazione di gara, non otterremmo nessun punteggio?

2)

Si richiede di chiarire l’esatta attribuzione dei punteggi, posto che, in alcune voci, il calcolo risulta indeterminabile. A titolo di esempio, al punto 7 “esperienza nel ruolo della GPG nel servizio di vigilanza. Sarà valutato il numero di anni di servizio medio delle GPG alla data di presentazione dell’offerta” viene indicato come punteggio massimo ottenibile 10. Tale punteggio però dovrebbe essere la somma di voci alternative tra loro e che, quindi, si escludono a vicenda.

3)

Al punto 7.3 non è chiaro se i punti siano “4” o “3”

4)

Al 7.4 se i punti siano “6” o “4”.

5)

Analogo problema si rileva per i punti 3.2/3.3/3.4, per i punti 4.5/4.6 e per i punti 6.1/6.2, tra loro alternativi. Da una nostra interpretazione, quindi, il punteggio di natura tabellare massimo raggiungibile, in caso di possesso di tutti i requisiti previsti, può essere al massimo 31 e non 45, con conseguente riduzione del punteggio tecnico massimo da 70 a 56.

Risposta:

1)

L’art. 18.1 (CRITERI DI VALUTAZIONE DELL’OFFERTA TECNICA) del Disciplinare di Gara riporta la tabella con la ripartizione dei punteggi.

Riguardo tale tabella si chiede:

dato che la locazione fisica della Centrale Operativa 50518:2014 è, di fatto, ininfluente sulla qualità dei servizi da fornire, si chiede se i punteggi di cui al punto 2 della Tabella siano corretti. Esempio, la Scrivente dispone di una Centrale Operativa in provincia di xxxxxx (omissis… fuori regione Toscana) ed una in provincia di xxxxxx (omissis… fuori regione Toscana), certificate 50518:2014 che consentono l’erogazione dei servizi di vigilanza su tutto il territorio nazionale. Con questa impostazione di gara, non otterremmo nessun punteggio?

 

R: la tabella al punto 2 viene modificata come segue:

2

Centrale Operativa certificata UNI ISO 50518:2014

2.1

Presente nell'area metropolitana fiorentina

 

5

5

2.2

Presente fuori dall'area metropolitana fiorentina, ma con impegno sottoscritto dal legale rappresentante ad aprire una sede secondaria nell'area con condizioni tali da soddisfare i requisiti richiesti dal Capitolato Speciale

Il punteggio pari a 5 punti (di cui alla tabella con la ripartizione dei punteggi - Art. 18.1) verrà attribuito anche a chi (oltre a possedere una Centrale Operativa Certificata UNI ISO 50518:2014) possieda o si impegna comunque, in caso di aggiudicazione, attraverso idonei strumenti negoziali, a dotarsi   di una Sede Operativa Secondaria (ove la  Centrale Operativa Certificata UNI ISO 50518:2014 non sia ubicata in provincia di Firenze) per la durata del contratto di appalto nella provincia di Firenze. L’impegno a dotarsi di una Sede Operativa secondaria (oltre alla Centrale Operativa Certificata UNI ISO 50518:2014) nella provincia di Firenze dovrà essere irrevocabile per tutta la durata dell’appalto".

2)

Si richiede di chiarire l’esatta attribuzione dei punteggi, posto che, in alcune voci, il calcolo risulta indeterminabile. A titolo di esempio, al punto 7 “esperienza nel ruolo della GPG nel servizio di vigilanza. Sarà valutato il numero di anni di servizio medio delle GPG alla data di presentazione dell’offerta” viene indicato come punteggio massimo ottenibile 10. Tale punteggio però dovrebbe essere la somma di voci alternative tra loro e che, quindi, si escludono a vicenda.

R: Le voci sono da leggersi come sommabili tra loro e non come escludenti, pertanto a chiarimento dell’intenzione della Stazione Appaltante, l’art. 18.1 della lex specialis di gara laddove indica “Nella colonna identificata con la lettera T vengono indicati i “Punteggi tabellari”, vale a dire i punteggi fissi e predefiniti che saranno attribuiti in ragione della presenza o assenza nell’Offerta di quanto richiesto.” viene integrata con “qualora in possesso di più subcriteri, all’operatore economico sarà attribuita la somma del punteggio di ogni subcriterio”.

Avendo modificato un criterio di valutazione posticipa la scadenza del termine delle presentazione delle offerte al giorno 25 marzo 2019 ore 10.00.

3)

Al punto 7.3 non è chiaro se i punti siano “4” o “3”

R: vedasi tabella requisiti aggiornata, trattasi di refuso;

4)

Al 7.4 se i punti siano “6” o “4”.

R: vedasi tabella requisiti aggiornata, trattasi di refuso;

 

5)

Analogo problema si rileva per i punti 3.2/3.3/3.4, per i punti 4.5/4.6 e per i punti 6.1/6.2, tra loro alternativi. Da una nostra interpretazione, quindi, il punteggio di natura tabellare massimo raggiungibile, in caso di possesso di tutti i requisiti previsti, può essere al massimo 31 e non 45, con conseguente riduzione del punteggio tecnico massimo da 70 a 56.

R: vedasi risposta n. 2.

FAQ n. 2

Domanda:

6)

Con riferimento al Capitolato Speciale, si fa riferimento all'Allegato A il quale però non è presente nella documentazione di gara, si richiede se si tratta di un refuso.

7)

Con riferimento all'Allegato 1E, nello stesso non vengono riportate le seguenti strutture (presenti invece nel Capitolato Speciale): ü Parcheggio sotterraneo Parterre;  Parcheggio superficie V.le Europa ü Parcheggio sotterraneo Giannotti; ü Parcheggio sotterraneo Nuovo Palazzo di Giustizia; ü Centrale Operativa posta in Piazza della Libertà. Tali strutture sono da riferirsi al servizio di pattugliamento? E se si con quali sono le cadenze giornaliere per le varie strutture?

8)

Nell’Allegato 1E) il conteggio delle ore giornaliere totali viene riportato con l’indicazione di n. 1 GpG per tre strutture diverse es.: “Stazione Fortezza Fiera/Porta Al Prato/Oltrarno : operatori 1 n. ore giornaliere totali 17”. Se il servizio deve intendersi di piantonamento, si deve intendere nelle ore previste l’addetto dovrà spostarsi nei vari siti ?

9)

Per quanto riguarda Offerta Tecnica, si chiede: - se per cartella si intenda un foglio A4, e se su una o due facciate; - se nel numero siano da conteggiare anche la copertina e il sommario; - se sia possibile produrre allegati.

10)

Con rif. al cap. 16 del Disciplinare di Gara, "L’operatore economico indica, ai sensi dell’art. 45, comma 4, del Codice, il nome e le qualifiche professionali delle persone fisiche incaricate di fornire la prestazione relativa allo specifico contratto", si chiede se sia possibile, per motivi di privacy, indicare il numero di matricola e non il nome delle GpG incaricate del servizio, considerato che lo stesso identifica comunque tale operatore.

Risposta:

6)

Con riferimento al Capitolato Speciale, si fa riferimento all'Allegato A il quale però non è presente nella documentazione di gara, si richiede se si tratta di un refuso.

R: il riferimento all’allegato “A” è da intendersi “All. 1E: Calendari Attività Periodiche”.

7)

Con riferimento all'Allegato 1E, nello stesso non vengono riportate le seguenti strutture (presenti invece nel Capitolato Speciale): ü Parcheggio sotterraneo Parterre;  Parcheggio superficie V.le Europa ü Parcheggio sotterraneo Giannotti; ü Parcheggio sotterraneo Nuovo Palazzo di Giustizia; ü Centrale Operativa posta in Piazza della Libertà. Tali strutture sono da riferirsi al servizio di pattugliamento? E se si con quali sono le cadenze giornaliere per le varie strutture?

R: I parcheggi Parterre, Europa, Giannotti, Palazzo di Giustizia  dovranno essere oggetto di controlli solo su richiesta della Stazione Appaltante

8)

Nell’Allegato 1E) il conteggio delle ore giornaliere totali viene riportato con l’indicazione di n. 1 GpG per tre strutture diverse es.: “Stazione Fortezza Fiera/Porta Al Prato/Oltrarno : operatori 1 n. ore giornaliere totali 17”. Se il servizio deve intendersi di piantonamento, si deve intendere nelle ore previste l’addetto dovrà spostarsi nei vari siti ?

R: E ‘ un servizio di pattugliamento con autovettura di servizio che dovrà  controllare costantemente i parcheggi  Fortezza Fiera/Porta al Prato/Oltrarno. La stessa modalità vale per i parcheggi Sant’Ambrogio, Beccaria e Alberti.

9)

Per quanto riguarda Offerta Tecnica, si chiede: - se per cartella si intenda un foglio A4, e se su una o due facciate; - se nel numero siano da conteggiare anche la copertina e il sommario; - se sia possibile produrre allegati.

R: Per cartella si intende una facciata di documenti formato e misure “A4”; la copertina ed il sommario sono facoltativi e non obbligatori e quindi non conteggiati. Sono ammessi allegati quali schede tecniche, attestazioni, UNI, attività formative o quanto altro necessario a supporto di quanto dichiarato.

10)

Con rif. al cap. 16 del Disciplinare di Gara, "L’operatore economico indica, ai sensi dell’art. 45, comma 4, del Codice, il nome e le qualifiche professionali delle persone fisiche incaricate di fornire la prestazione relativa allo specifico contratto", si chiede se sia possibile, per motivi di privacy, indicare il numero di matricola e non il nome delle GpG incaricate del servizio, considerato che lo stesso identifica comunque tale operatore.

R: Tutte le informazioni fornite ai sensi dell’art. 45, comma 4, del Codice, saranno gestite in conformità all’Art. 53 del D.Lgs. 50/2016 nel rispetto della normativa in materia di privacy. Ciononostante l’operatore potrà scegliere di fornire il numero di matricola.

FAQ n. 3

Domanda:

11)

In riferimento a quanto richiesto al punto n. 7.2 - C del Disciplinare di gara, relativamente agli ultimi 3 bilanci (2016/2017/2018), si fa presente che nel nostro settore il bilancio 2018 viene approvato entro il 31 maggio come previso da C.C. 2364-2478/bis, pertanto non potremo produrlo,

Risposta:

11)

In riferimento a quanto richiesto al punto n. 7.2 - C del Disciplinare di gara, relativamente agli ultimi 3 bilanci (2016/2017/2018), si fa presente che nel nostro settore il bilancio 2018 viene approvato entro il 31 maggio come previso da C.C. 2364-2478/bis, pertanto non potremo produrlo,

R: L’art.7.3. c non richiede obbligatoriamente la produzione dei bilanci ma del fatturato. In alternativa “ovvero copia degli ultimi bilanci”, OVVERO è la forma rinforzata di Oppure. In tal senso va interpretata la richiesta.

FAQ n. 4

Domanda:

12)

In riferimento alla presentazione dell’Offerta Tecnica e della sua valutazione: - Premesso il criterio di aggiudicazione previsto dall’art 18 del Disciplinare di gara in base al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa con la valutazione dell’offerta tecnica e dell’offerta economica effettuata in base ai seguenti punteggi massimi: 70 offerta tecnica – 30 offerta economica; - Dato l’art. 16 del Disciplinare di gara in cui la valutazione della relazione tecnica viene valutata con riferimento ai criteri e sub-criteri di valutazione indicati nella tabella di cui al punto 18.1 del Disciplinare stesso; - Data la Tabella di cui sopra e l’Allegato “ Dettaglio Tabella criteri” In rapporto a quanto indicato nella Tabella di cui sopra e ai totali parziali e totali costituenti il punteggio totale di 70 punti, anche in relazione alla soglia minima di sbarramento pari a 40 punti per il punteggio tecnico complessivo che il concorrente dovrà conseguire pena l’esclusione dalla gara. Si richiede, in correlazione al numero 3 dei criteri di valutazione e ai sub- criteri 3.2 -3.3- 3.4 ( punteggi non discrezionali) se il numero di personale dipendente GpG ivi richiesto si riferisca alla sola sede di Firenze.

13)

Data la valutazione di punteggio dei sub criteri di cui sopra non sommabili tra loro, ci si chiede come sia possibile il totale di 10 punti dati al criterio n. 3 quale totale parziale dei 70 punti della relazione tecnica.

14)

In correlazione al punto 4 dei criteri di valutazione circa le dotazioni: il punteggio massimo del sub criterio previsto nei i punti 4.2 - 4.3 - 4.4 (punteggio non discrezionale), è considerato nel caso in cui tutte le GpG svolgenti il servizio siano in possesso di tali dotazioni?

15)

In correlazione al punto 6 dei criteri di valutazione (punteggio non discrezionale), per anzianità di conseguimento dell’attestazione UNI 10459:1995 del Referente del servizio da meno di due anni o più di due anni. Essendo i due sub criteri non sommabili contrastano con il punteggio di 10 punti totali del punto n. 6;

16)

In correzione con il punto n. 7 : Esperienza nel ruolo della GPG nel servizio di vigilanza valutato nel numero di anni di servizio medio delle GPG alla data di presentazione dell'offerta (punteggi criterio non discrezionale ). Dati i Sub criteri da 7.1 a 7.4 non sommabili o sommabili soltanto rispetto a una percentuale o numero in confronto alla quantità delle GpG totali previste per il servizio che non viene esposto. Si chiede di specificare come si perviene al punteggio totale di 10 punti del criterio medesimo.

 

Risposta:

12)

In riferimento alla presentazione dell’Offerta Tecnica e della sua valutazione: - Premesso il criterio di aggiudicazione previsto dall’art 18 del Disciplinare di gara in base al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa con la valutazione dell’offerta tecnica e dell’offerta economica effettuata in base ai seguenti punteggi massimi: 70 offerta tecnica – 30 offerta economica; - Dato l’art. 16 del Disciplinare di gara in cui la valutazione della relazione tecnica viene valutata con riferimento ai criteri e sub-criteri di valutazione indicati nella tabella di cui al punto 18.1 del Disciplinare stesso; - Data la Tabella di cui sopra e l’Allegato “ Dettaglio Tabella criteri” In rapporto a quanto indicato nella Tabella di cui sopra e ai totali parziali e totali costituenti il punteggio totale di 70 punti, anche in relazione alla soglia minima di sbarramento pari a 40 punti per il punteggio tecnico complessivo che il concorrente dovrà conseguire pena l’esclusione dalla gara. Si richiede, in correlazione al numero 3 dei criteri di valutazione e ai sub- criteri 3.2 -3.3- 3.4 ( punteggi non discrezionali) se il numero di personale dipendente GpG ivi richiesto si riferisca alla sola sede di Firenze.

R: Il riferimento al territorio fiorentino del criterio n. 3, è limitato al sub. 3.1. I criteri  3.2 - 3.3 - 3.4 sono riferiti al personale complessivo dipendente dell’impresa, a prescindere dalla sede di lavoro.

13)

Data la valutazione di punteggio dei sub criteri di cui sopra non sommabili tra loro, ci si chiede come sia possibile il totale di 10 punti dati al criterio n. 3 quale totale parziale dei 70 punti della relazione tecnica.

R: vedasi risposta n. 2.

14)

In correlazione al punto 4 dei criteri di valutazione circa le dotazioni: il punteggio massimo del sub criterio previsto nei i punti 4.2 - 4.3 - 4.4 (punteggio non discrezionale), è considerato nel caso in cui tutte le GpG svolgenti il servizio siano in possesso di tali dotazioni?

R: la risposta è affermativa. I punteggi saranno assegnati nel caso che tutte le GPG impiegate nei servizi di vigilanza di Firenze Parcheggi siano munite dei dispositivi indicati nei criteri 4.2 – 4.3 – 4.4.  

15)

In correlazione al punto 6 dei criteri di valutazione (punteggio non discrezionale), per anzianità di conseguimento dell’attestazione UNI 10459:1995 del Referente del servizio da meno di due anni o più di due anni. Essendo i due sub criteri non sommabili contrastano con il punteggio di 10 punti totali del punto n. 6;

R: vedasi risposta n. 2.

16)

In correzione con il punto n. 7 : Esperienza nel ruolo della GPG nel servizio di vigilanza valutato nel numero di anni di servizio medio delle GPG alla data di presentazione dell'offerta (punteggi criterio non discrezionale ). Dati i Sub criteri da 7.1 a 7.4 non sommabili o sommabili soltanto rispetto a una percentuale o numero in confronto alla quantità delle GpG totali previste per il servizio che non viene esposto. Si chiede di specificare come si perviene al punteggio totale di 10 punti del criterio medesimo.

R: vedasi risposta n. 2.

FAQ n. 5

Domanda:

17)

Spett.le Firenze Parcheggi SpA, con riferimento al cap. 7.3 lett. d) del Disciplinare di Gara, siamo richiedere se per ultimo triennio, si vuole intendere il triennio 2016-2017-2018.

 

Risposta:

17)

Spett.le Firenze Parcheggi SpA, con riferimento al cap. 7.3 lett. d) del Disciplinare di Gara, siamo richiedere se per ultimo triennio, si vuole intendere il triennio 2016-2017-2018.

R: la risposta è affermativa. Per ultimo triennio si intende 2016-2017-2018.

FAQ n. 6

Domanda:

18)

Buongiorno, in merito alla gara in oggetto si chiede a codesta spettabile Amministrazione un chiarimento in merito all’assegnazione dei punteggi di cui al documento “Dettagli tabella criteri”. In particolare, si rileva un evidente refuso nell’assegnazione dei punteggi relativi ai criteri tabellari, dove il totale dei punteggi assegnati al criterio rappresenta la somma dei punteggi delle singole opzioni di offerta. Di seguito per maggior chiarezza si espongono i criteri per i quali si palesa l’incongruenza. VEDI TABELLA PAG 33 DEL DISCIPLINARE, Criteri di Valutazione n. 2, rif. 2.1, 2.2 Al criterio 2 infatti la presenza della centrale operativa certificata in Regione Toscana comporta l’assegnazione di 1 punto mentre nella provincia di Firenze (evidente proposta migliorativa) comporta l’assegnazione di 4 punti. Ma il totale dell’intero criterio è pari a 5 invece che 4. Medesimo discorso si ripete per i criteri 3.2 – 3.3 – 3.4, 4.5 – 4.6, 6.1 – 6.2, 7. In particolare, per l’ultimo, il 7, vi è una doppia assegnazione di punteggio: VEDI TABELLA PAG 33 DEL DISCIPLINARE, Criteri di Valutazione n.7, rif. 7.1, 7.2, 7.3, 7.4 Si chiede quindi di rimodulare l’assegnazione dei singoli punteggi al fine di ottenere il giusto punteggio totale dell’offerta tecnica ed una congrua proroga dei termini di consegna dei progetti utile per poter permettere agli operatori economici di rimodulare le proprie offerte in funzione dei nuovi punteggi assegnati.

Risposta:

18)

Buongiorno, in merito alla gara in oggetto si chiede a codesta spettabile Amministrazione un chiarimento in merito all’assegnazione dei punteggi di cui al documento “Dettagli tabella criteri”. In particolare, si rileva un evidente refuso nell’assegnazione dei punteggi relativi ai criteri tabellari, dove il totale dei punteggi assegnati al criterio rappresenta la somma dei punteggi delle singole opzioni di offerta. Di seguito per maggior chiarezza si espongono i criteri per i quali si palesa l’incongruenza. VEDI TABELLA PAG 33 DEL DISCIPLINARE, Criteri di Valutazione n. 2, rif. 2.1, 2.2 Al criterio 2 infatti la presenza della centrale operativa certificata in Regione Toscana comporta l’assegnazione di 1 punto mentre nella provincia di Firenze (evidente proposta migliorativa) comporta l’assegnazione di 4 punti. Ma il totale dell’intero criterio è pari a 5 invece che 4. Medesimo discorso si ripete per i criteri 3.2 – 3.3 – 3.4, 4.5 – 4.6, 6.1 – 6.2, 7. In particolare, per l’ultimo, il 7, vi è una doppia assegnazione di punteggio: VEDI TABELLA PAG 33 DEL DISCIPLINARE, Criteri di Valutazione n.7, rif. 7.1, 7.2, 7.3, 7.4 Si chiede quindi di rimodulare l’assegnazione dei singoli punteggi al fine di ottenere il giusto punteggio totale dell’offerta tecnica ed una congrua proroga dei termini di consegna dei progetti utile per poter permettere agli operatori economici di rimodulare le proprie offerte in funzione dei nuovi punteggi assegnati.

R: la risposta è contenuta nei precedenti quesiti e rispettive risposte.

FAQ n. 7

Domanda:

19)

All'art. 16 del Disciplinare di Gara, si richiede che “la relazione tecnica dei servizi offerti deve essere di massimo 30 cartelle”. A tal proposito, siamo a chiedere se: • Per “30 cartelle” è da intendersi “30 pagine scritte solo fronte per un totale di 30 facciate” oppure “30 pagine scritte fronte/retro per un totale di 60 facciate”; • l’indice e la copertina della relazione tecnica debbano ritenersi inclusi nel limite di cartelle sopra indicato oppure potranno avere una numerazione a parte; • è possibile fornire eventuali allegati (es. schede tecniche attrezzature offerte, attestati ai corsi di formazione, etc.) esclusi dal limite di cartelle sopra indicato e quindi aventi una numerazione a parte.

20)

In riferimento ai criteri di valutazione dell’offerta tecnica definiti all’art. 18.1 del Disciplinare di gara, con la presente siamo a chiedere quanto segue. • ai fini del conseguimento del punteggio inerente il sub-criterio 3.1, si chiede se è necessario fornire i nominativi dei referenti a disposizione sul territorio fiorentino oppure si ritiene sufficiente descriverne il profilo professionale;

21)

Ai fini del conseguimento dei punteggi inerenti i sub-criteri 6.1 e 6.2, si chiede se è necessario allegare alla relazione tecnica l’attestato UNI 10459 ed in tal caso, se tale attestato può intendersi escluso dal numero massimo di 30 cartelle definito all’art. 16 del medesimo disciplinare; • ai fini del conseguimento dei punteggi inerenti i sub-criteri 6.3 e 6.4, si chiede se è necessario allegare alla relazione tecnica gli attestati di partecipazione ai corsi di formazione richiesti ed in tal caso, se tali attestati possano intendersi esclusi dal numero massimo di 30 cartelle definito all’art. 16 del medesimo disciplinare.

22)

Facendo riferimento ai criteri di valutazione dell’offerta tecnica definiti all’art. 18.1 del Disciplinare di gara, con la presente siamo a chiedere chiarimenti in merito all’attribuzione dei punteggi tabellari. • Relativamente ai sub-criteri 3.2, 3.3 e 3.4 riferiti al “numero di personale dipendente GPG”, si evince, infatti, che qualora, ad esempio, l’offerente fosse in possesso di un numero di personale superiore alle 51 unità, gli verrebbero attribuiti 3 punti. In tal caso, se l’offerente mettesse anche a disposizione n. 2 referenti di cui al sub-criterio 3.1, otterrebbe 7 punti su 10, pur garantendo il massimo della richiesta di cui al criterio 3. • Relativamente ai i sub-criteri 4.5 e 4.6 riferiti alla “tipologia di automezzi che si intendono impiegare per il servizio”, qualora l’offerente proponesse automezzi senza emissioni allo scarico otterrebbe 3 punti. In tal caso, se intendesse offrire anche quanto richiesto nei sub-criteri 4.1, 4.2, 4.3 e 4.4, otterrebbe 8 punti su 10. • Relativamente ai i sub-criteri 6.1 e 6.2 riferiti “all’anzianità di conseguimento dell’attestazione alla norma UNI 10459”, qualora l’offerente fosse in possesso di figura con anzianità superiore ai 2 anni, otterrebbe 3 punti. In tal caso, se proponesse, altresì, personale in possesso di tutta formazione richiesta ai sub-criteri 6.3 e 6.4, otterrebbe 8 punti su 10, pur garantendo il massimo della richiesta di cui al criterio 6. • Relativamente, infine, al criterio 7 inerente “l’esperienza del ruolo delle GPG”, qualora l’offerente offrisse GPG con un numero di anni di servizio medio superiore agli 8 anni (massima opzione), otterrebbe solo 4 punti su 10. Siamo, pertanto, a chiedere di poter chiarire le logiche e le modalità mediante le quali saranno attribuiti i punteggi tabellari.

Risposta:

19)

All'art. 16 del Disciplinare di Gara, si richiede che “la relazione tecnica dei servizi offerti deve essere di massimo 30 cartelle”. A tal proposito, siamo a chiedere se: • Per “30 cartelle” è da intendersi “30 pagine scritte solo fronte per un totale di 30 facciate” oppure “30 pagine scritte fronte/retro per un totale di 60 facciate”; • l’indice e la copertina della relazione tecnica debbano ritenersi inclusi nel limite di cartelle sopra indicato oppure potranno avere una numerazione a parte; • è possibile fornire eventuali allegati (es. schede tecniche attrezzature offerte, attestati ai corsi di formazione, etc.) esclusi dal limite di cartelle sopra indicato e quindi aventi una numerazione a parte.

R: vedasi risposta n. 9.

20)

In riferimento ai criteri di valutazione dell’offerta tecnica definiti all’art. 18.1 del Disciplinare di gara, con la presente siamo a chiedere quanto segue. • ai fini del conseguimento del punteggio inerente il sub-criterio 3.1, si chiede se è necessario fornire i nominativi dei referenti a disposizione sul territorio fiorentino oppure si ritiene sufficiente descriverne il profilo professionale;

R: Alla luce dell’avvenuta modifica del criterio n. 2 della tabella del punteggio, è sufficiente descrivere il profilo professionale.

21)

Ai fini del conseguimento dei punteggi inerenti i sub-criteri 6.1 e 6.2, si chiede se è necessario allegare alla relazione tecnica l’attestato UNI 10459 ed in tal caso, se tale attestato può intendersi escluso dal numero massimo di 30 cartelle definito all’art. 16 del medesimo disciplinare; • ai fini del conseguimento dei punteggi inerenti i sub-criteri 6.3 e 6.4, si chiede se è necessario allegare alla relazione tecnica gli attestati di partecipazione ai corsi di formazione richiesti ed in tal caso, se tali attestati possano intendersi esclusi dal numero massimo di 30 cartelle definito all’art. 16 del medesimo disciplinare.

R: E’ possibile allegare alla relazione tecnica la documentazione di attestazione UNI e di conseguimento attività formative o quanto altro necessario a supporto di quanto dichiarato, vedasi risposta n. 9.

22)

Facendo riferimento ai criteri di valutazione dell’offerta tecnica definiti all’art. 18.1 del Disciplinare di gara, con la presente siamo a chiedere chiarimenti in merito all’attribuzione dei punteggi tabellari. • Relativamente ai sub-criteri 3.2, 3.3 e 3.4 riferiti al “numero di personale dipendente GPG”, si evince, infatti, che qualora, ad esempio, l’offerente fosse in possesso di un numero di personale superiore alle 51 unità, gli verrebbero attribuiti 3 punti. In tal caso, se l’offerente mettesse anche a disposizione n. 2 referenti di cui al sub-criterio 3.1, otterrebbe 7 punti su 10, pur garantendo il massimo della richiesta di cui al criterio 3. • Relativamente ai i sub-criteri 4.5 e 4.6 riferiti alla “tipologia di automezzi che si intendono impiegare per il servizio”, qualora l’offerente proponesse automezzi senza emissioni allo scarico otterrebbe 3 punti. In tal caso, se intendesse offrire anche quanto richiesto nei sub-criteri 4.1, 4.2, 4.3 e 4.4, otterrebbe 8 punti su 10. • Relativamente ai i sub-criteri 6.1 e 6.2 riferiti “all’anzianità di conseguimento dell’attestazione alla norma UNI 10459”, qualora l’offerente fosse in possesso di figura con anzianità superiore ai 2 anni, otterrebbe 3 punti. In tal caso, se proponesse, altresì, personale in possesso di tutta formazione richiesta ai sub-criteri 6.3 e 6.4, otterrebbe 8 punti su 10, pur garantendo il massimo della richiesta di cui al criterio 6. • Relativamente, infine, al criterio 7 inerente “l’esperienza del ruolo delle GPG”, qualora l’offerente offrisse GPG con un numero di anni di servizio medio superiore agli 8 anni (massima opzione), otterrebbe solo 4 punti su 10. Siamo, pertanto, a chiedere di poter chiarire le logiche e le modalità mediante le quali saranno attribuiti i punteggi tabellari.

R: vedasi risposta n. 2.

FAQ n. 8

Domanda:

23)

Si chiede conferma se il monte ore da considerare per la formulazione dell’offerta economica è quello riportato nel disciplinare di gare art. 3 pari ad ore 103650 o quello riportato nel capitolato speciale all’art. 2 pari ad ore 103708.

Risposta:

23)

Si chiede conferma se il monte ore da considerare per la formulazione dell’offerta economica è quello riportato nel disciplinare di gare art. 3 pari ad ore 103650 o quello riportato nel capitolato speciale all’art. 2 pari ad ore 103708.

R: Il monte ore a base della procedura di gara è indicato all’art. 3 del Disciplinare di gara per 18 mesi di servizio pari a n. 51825, con opzione di rinnovo prevista all’art. 4.1. del Disciplinare stesso. Nel caso di rinnovo le ore di servizio stimate a base della procedura ammontano a 103650, quindi non deve essere preso in considerazione il monte ore del Capitolato.

FAQ n. 9

Domanda:

24)

In merito alla gara in oggetto si chiede a codesta spettabile Amministrazione un chiarimento in merito all’assegnazione dei punteggi di cui al documento “Dettagli tabella criteri”. In particolare, si rileva un evidente refuso nell’assegnazione dei punteggi relativi ai criteri tabellari, dove il totale dei punteggi assegnati al criterio rappresenta la somma dei punteggi delle singole opzioni di offerta. Di seguito per maggior chiarezza si espongono i criteri per i quali si palesa l’incongruenza.

Al criterio 2 infatti la presenza della centrale operativa certificata in Regione Toscana comporta l’assegnazione di 1 punto mentre nella provincia di Firenze (evidente proposta migliorativa) comporta l’assegnazione di 4 punti. Ma il totale dell’intero criterio è pari a 5 invece che 4.

Medesimo discorso si ripete per i criteri 3.2 – 3.3 – 3.4, 4.5 – 4.6, 6.1 – 6.2, 7.

25)

In particolare, per l’ultimo, il 7, vi è una doppia assegnazione di punteggio:

Si chiede quindi di rimodulare l’assegnazione dei singoli punteggi al fine di ottenere il giusto punteggio totale dell’offerta tecnica ed una congrua proroga dei termini di consegna dei progetti utile per poter permettere agli operatori economici di rimodulare le proprie offerte in funzione dei nuovi punteggi assegnati.

 

Risposta:

24)

In merito alla gara in oggetto si chiede a codesta spettabile Amministrazione un chiarimento in merito all’assegnazione dei punteggi di cui al documento “Dettagli tabella criteri”. In particolare, si rileva un evidente refuso nell’assegnazione dei punteggi relativi ai criteri tabellari, dove il totale dei punteggi assegnati al criterio rappresenta la somma dei punteggi delle singole opzioni di offerta. Di seguito per maggior chiarezza si espongono i criteri per i quali si palesa l’incongruenza.

Al criterio 2 infatti la presenza della centrale operativa certificata in Regione Toscana comporta l’assegnazione di 1 punto mentre nella provincia di Firenze (evidente proposta migliorativa) comporta l’assegnazione di 4 punti. Ma il totale dell’intero criterio è pari a 5 invece che 4.

Medesimo discorso si ripete per i criteri 3.2 – 3.3 – 3.4, 4.5 – 4.6, 6.1 – 6.2, 7.

R: la risposta è contenuta nei precedenti quesiti e rispettive risposte.

25)

In particolare, per l’ultimo, il 7, vi è una doppia assegnazione di punteggio:

Si chiede quindi di rimodulare l’assegnazione dei singoli punteggi al fine di ottenere il giusto punteggio totale dell’offerta tecnica ed una congrua proroga dei termini di consegna dei progetti utile per poter permettere agli operatori economici di rimodulare le proprie offerte in funzione dei nuovi punteggi assegnati.

R: la risposta è contenuta nei precedenti quesiti e rispettive risposte.

FAQ n. 10

Domanda:

26)

In riferimento ai criteri di valutazione dell’offerta tecnica definiti nella “nuova tabella dettaglio criteri” ed in particolare, al criterio di valutazione 7 “esperienza nel ruolo della GPG nel servizio di vigilanza”, si richiede se il “numero di anni di servizio medio” oggetto di valutazione è relativo alle G.P.G. che saranno specificatamente impiegate per l’appalto appalto oppure a tutto il personale dipendente G.P.G. in forza all’operatore economico.

Risposta:

26)

In riferimento ai criteri di valutazione dell’offerta tecnica definiti nella “nuova tabella dettaglio criteri” ed in particolare, al criterio di valutazione 7 “esperienza nel ruolo della GPG nel servizio di vigilanza”, si richiede se il “numero di anni di servizio medio” oggetto di valutazione è relativo alle G.P.G. che saranno specificatamente impiegate per l’appalto appalto oppure a tutto il personale dipendente G.P.G. in forza all’operatore economico.

26)

R: Il numero di anni di servizio medio oggetto di valutazione è relativo alle G.P.G. in forza all’operatore economico, alla data di scadenza di presentazione delle offerte.

FAQ n. 11

Domanda:

27)

Con riferimento alla risposta chiarimento n.7: “ I parcheggi Parterre, Europa, Giannotti, Palazzo di Giustizia dovranno essere oggetto di controlli solo su richiesta della Stazione Appaltante” è corretta l’interpretazione che tale attività di controllo rientri nel n° di ore mensile indicato dal disciplinare di gara (2879) e quindi ricompreso nell’importo base gara?

Risposta:

27)

Con riferimento alla risposta chiarimento n.7: “ I parcheggi Parterre, Europa, Giannotti, Palazzo di Giustizia dovranno essere oggetto di controlli solo su richiesta della Stazione Appaltante” è corretta l’interpretazione che tale attività di controllo rientri nel n° di ore mensile indicato dal disciplinare di gara (2879) e quindi ricompreso nell’importo base gara?

R: I parcheggi indicati, sono oggetto di controllo solo su richiesta della Stazione Appaltante e rientrano nel numero di ore indicato nella documentazione di gara.

 

FAQ n. 12

Domanda:

28)

Nella BUSTA AMMINISTRATIVA non troviamo lo spazio per caricare il PASSOE, dove possiamo inserirlo?

Risposta:

28)

In data odierna è stato inserito nella piattaforma telematica il modulo per la trasmissione del Passoe

FAQ n. 13

Domanda:

29)

all'art.7 del disciplinare viene richiesta la trasmissione mediante AVCPASS, siamo però a segnalare che sulla piattaforma Anac al tentativo di caricare la documentazione appare il seguente messaggio: Non è possibile associare documenti perchè la gara in oggetto non prevede la comprova in fase di offerta.

Risposta:

29)

all'art.7 del disciplinare viene richiesta la trasmissione mediante AVCPASS, siamo però a segnalare che sulla piattaforma Anac al tentativo di caricare la documentazione appare il seguente messaggio: Non è possibile associare documenti perchè la gara in oggetto non prevede la comprova in fase di offerta.

R: La verifica sulla documentazione contenuta nella busta amministrativa di partecipazione alla procedura, avverrà, in conformità all’art. 32, comma 7, e 85, comma 5, del D.Lgs. n. 50/2016, nelle successive fasi di aggiudicazione della procedura. Pertanto i concorrenti, nella prima fase di presentazione delle offerte, non dovranno caricare alcun tipo di documentazione sul sistema AVCPass della piattaforma ANAC.

FAQ n. 14

Domanda:

30)

Buongiorno, relativamente alla procedura di cui in oggetto, data la complessità della gara,  si chiede cortesemente se possa essere disposta una congrua proroga dei termini di scadenza per la presentazione delle offerte.

Risposta:

30)

R: riguardo al quesito proposto, la scrivente 

(i) dato che la richiesta di proroga è pervenuta oltre i termini stabiliti (entro le ore 10.00 del 15/03/2019),

(ii) considerato altresì che in ragione della modifica di “un criterio di valutazione” in data 27/02/2019 sono già stati prorogati i termini per la ricezione delle offerte onde tutelare la par condicio e la massima partecipazione di tutti gli operatori economici interessati a prendere conoscenza di tutte le informazioni necessarie alla presentazione delle offerte; 

tutto ciò premesso, la risposta al quesito proposto è negativa.